Quale è il termine di prescrizione per recuperare un credito?

In genere, la prescrizione per il recupero di un credito (ad esempio di natura contrattuale) è quella c.d. ordinaria ossia decennale (cfr art. 2946 c.c.). Fanno eccezione, i casi di prescrizioni cc.dd. “brevi” e “presuntive”, diverse tra loro a seconda della natura del diritto vantato e disciplinate dagli artt. 2947 e ss del codice civile (quinquennali, triennali, biennali, annuali e c.d. infra annuali che maturano cioè con il decorso di meno di dodici mesi). Perché un diritto di credito, non si estingua occorre, quindi, che venga interrotto in maniera regolare il decorso temporale della prescrizione, ad esempio, con l’invio di una idonea diffida ad adempiere tramite R.A.R. o P.E.C. presso la residenza (se persona fisica) o la sede legale (se persona giuridica) o presso l’eventuale indirizzo ufficiale di P.E.C. risultante dai pubblici registri.